19mag 2018
INSEGUENDO DONNAFUGATA | MOSTRA A MILANO
Articolo di: CityLightsNews

Aggiornamento 16 maggio 2018

Siamo stati all’anteprima stampa dedicata alla mostra. I disegni sono esposti all’interno di Villa Necchi Campiglio, sede della FAI.

 

Entrando nella villa, al piano terra si trova l’illustrazione originale per etichetta raffigurante Pantelleria con i suoi terrazzamenti, dove nasce Ben Ryé, dall’arabo figlio del vento il Passito di Pantelleria di Donnafugata. Dedicata a Fragore l’illustrazione originale dell’Etna, il vulcano simbolo della Sicilia. Sono inoltre esposte le illustrazioni originali per i CD di Donnafugata Music&Wine, un progetto di degustazione in cui José Rallo, patronne di Donnafugata, canta i suoi vini.

 

Al primo piano i colori di Stefano Vitale (fig. 4), piccola retrospettiva dell’artista.

 

Nell’attico gli 8 capitoli che compongono l’opera che dà nome alla mostra Inseguendo Donnafugata, le illustrazioni di Stefano Vitale: il vino e la Sicilia, attraverso scritti e i disegni da cui sono state tratte le etichette. Tra questi Lumera ( foto 5), Sherazade (foto 6), Sedara (Foto 7).

 

 

 

 

 

Il FAI - Fondo Ambiente Italiano e Donnafugata presentano a Villa Necchi Campiglio, dal 16 maggio al 22 luglio 2018, la mostra INSEGUENDO DONNAFUGATA. Le illustrazioni di Stefano Vitale, il vino e la Sicilia: un dialogo tra arte, musica, vino e letteratura, che prende forma in un percorso multisensoriale attraverso gli ambienti della Villa e che guida il pubblico, tra colori, profumi e sapori della terra e del mare della Sicilia, dalle pendici dell’Etna fino alle scogliere a picco di Pantelleria, nel cuore di Milano.

 

In mostra i disegni e le illustrazioni originali dell’artista Stefano Vitale: piccoli tesori coloratissimi, dal forte potere espressivo ed evocativo, vere e proprie “visioni”, che hanno dato vita alle etichette Donnafugata e che raccontano il vino e la Sicilia attraverso un linguaggio fantastico e femminile straordinariamente identitario. Bozzetti e illustrazioni dell’artista, di cui sono in mostra anche i materiali di lavoro e una piccola retrospettiva, sono affiancati a fotografie, video e documenti, che raccontano le sue fonti d’ispirazione, i protagonisti e i paesaggi che hanno dato vita e corpo alle sue vivacissime storie a colori. Dalle illustrazioni nascono le etichette per alcune delle più famose bottiglie, anch’esse in mostra: qui, e ancor più all’assaggio del vino, ultima ma fondamentale tappa della mostra, si coglie la perfetta sintonia tra illustrazione e oggetto, tra contenitore e contenuto, tra artista e produttore, tanto che l’opera di Stefano Vitale per Donnafugata può dirsi uno dei più riusciti e fortunati casi di perfetta identificazione tra brand e prodotto.

 

Il progetto espositivo, curato da Lorenzo Damiani, ha la struttura di un racconto che, dal semplice segno e dal puro colore, ambisce a disvelare temi universali quali il coraggio, l’amicizia, l’innovazione, l’amore per la propria terra d’origine: il carattere e i valori, che sono alla base di questa esperienza artistica e artigianale. Attraverso differenti capitoli e tappe, la mostra svela aneddoti, protagonisti e piccole grandi storie di vita e di lavoro. Quella che va in scena è la storia di una famiglia che, con capacità e passione, ha saputo valorizzare la coltivazione della vite nel rispetto dell’ambiente e del territorio, nobilitando la produzione del vino.

 

Come in un film corale, i protagonisti si alternano nelle foto di Guido Taroni e nelle video interviste di Virginia Taroni che integrano il percorso espositivo. Si parte da Gabriella e Giacomo Rallo, fondatori di Donnafugata e di questo nome, che deriva dal più siciliano dei romanzi, Il Gattopardo, e che evoca la fuga e il rifugio della regina Maria Carolina di Borbone nelle terre dove oggi sorgono i vigneti: un sogno, tradotto in un progetto d’impresa. Fin da subito si lega al progetto Stefano Vitale che, ispirato dall’amicizia con Giacomo e Gabriella, diventa interprete appassionato dell’iconico universo simbolico di questa donna-in-fuga, e dei suoi tanti volti. Arrivano poi José e Antonio - quinta generazione di questa famiglia -, con José che, attraverso la musica jazz, sperimenta modi nuovi per comunicare il vino, e Antonio, winemaker, custode di un fare sartoriale che, con la viticoltura eroica di Pantelleria, raggiunge vette di eccellenza riconosciute in tutto il mondo: sono loro che guidano i nuovi progetti di una vicenda in moto perpetuo e, per questo, sempre da inseguire.

 

A chiudere la mostra, un tributo al legame che unisce il FAI e Donnafugata: l’ultima illustrazione realizzata da Vitale raffigurante il Giardino Pantesco che nel 2008 Giacomo Rallo ha donato alla Fondazione, simbolo del comune impegno per l’educazione alla bellezza e all’armonia tra l’uomo e la natura.

La mostra rappresenta anche l’occasione per conoscere il vino attraverso un’esperienza fatta di musica – alcuni brani del Donnafugata Music&Wine, come una colonna sonora, accompagnano il visitatore lungo il percorso della mostra – e di vino, che si potrà degustare nel giardino di Villa Necchi Campiglio.

La mostra sarà, infine, accompagnata da un catalogo edito dal FAI, il racconto di un viaggio inseguendo questa donna-fugata ora “innamorata”, ora “innovatrice”, ora “in musica”, ora “isolana”, ora “in moto perpetuo”.

 

Il video Donnafugata (foto 3)

1

2

3

4

5

6

7

Indirizzo : via Mozart 14 Milano
Articoli Simili
I più letti del mese
DALLA VIGILIA DI NATALE A SAN SILVESTRO TRA ACANTO E PRINCIPE DI SAVOIA | SUNDAY BRUNCH NATALIZI
Da sempre Hotel Principe di Savoia, uno dei gioielli italiani di Dorchester Collection, offre una serie di iniziative e momenti magici per rendere indimenticabile qualsiasi esperienza ai nostri ospiti. In esclusiva una ... Leggi di più
ORGOGLIO ITALIANO: LE COLLINE DI CONEGLIANO E VALDOBBIADENE CANDIDATE UNESCO
Un piccolo territorio del Veneto che si estende a partire da 50 chilometri a Nord di Venezia e arriva a 100 chilometri dalle Dolomiti, questa è la posizione delle Colline di Conegliano Valdobbiadene, diventate dallo scor... Leggi di più
Rita & Cocktails
Inaugurato nel 2002,  Rita & Cocktails si è subito distinto per la varietà e la personalità delle bevande miscelate prodotte che andavano ben oltre a quelle classiche. Ovviamente anche i cocktail canonici sono qui prepar... Leggi di più
LA LETTERA DI GUALTIERO MARCHESI
Mi chiedono spesso quale sia il mio “elisir di lunga vita”, il mio segreto. A furia di sentirmelo domandare una spiegazione l’ho trovata: la curiosità.  Mi piacciono le cose nuove, da quelle piccole di ogni giorno ai nu... Leggi di più
LA RAI E IL 25 APRILE. I PROGRAMMI DELLA GIORNATA
In occasione del 72° anniversario della liberazione la Rai dedica numerosi servizi all’evento.   Rai 1 Alle ore 9 il collegamento con l’Altare della Patria a Roma dove il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ... Leggi di più
PRIMA COLAZIONE: UN’OCCASIONE PER CONOSCERE IL TERRITORIO
Presentato all’Aeroporto di Milano Bergamo il primo progetto italiano ideato da East Lombardy dedicato alla valorizzazione della prima colazione come elemento di promozione turistica. L’Aeroporto di Milano Be... Leggi di più
CHICCHE DAL VINITALY. ALCUNE REFERENZE CHE CI SONO PARTICOLARMENTE PIACIUTE
ALCUNE REFERENZE CHE CI SONO PARTICOLARMENTE PIACIUTE Hofstatter Gewurztraminer Pirchschrait 2006 Dieci anni sui lieviti in botti di acciaio con rimescolamento (tipo batonage) ogni 10 giorni. Le caratteristiche più nob... Leggi di più
PUTIA, LA BOTTEGA CHE PRENDE IL SUD A MORSI
SlowSud di cui abbiamo qui, e qui apre Putìa e celebra il “panino di giù”. Dopo appena tre anni dal primo ristorante, i giovani imprenditori che con SlowSud Duomo e SlowSud Brera hanno portato a Milano tutt... Leggi di più
S.PELLEGRINO YOUNG CHEF 2018 I PIATTI DEI FINALISTI ITALIANI
Secondi piatti in cui predomina la carne, ma soprattutto ingredienti e sapori dei territori di origine reinterpretati in chiave moderna Sono in corso in tutto il mondo le semifinali locali del S.Pellegrino Young Chef 20... Leggi di più
I FIGLI DELLA VESPAIOLA DI CA’ BIASI
Ca’ Biasi è un’Azienda Agricola fondata nel 1994. Proprietario della cantina nonché enologo Innocente Dalla Valle la cui famiglia arrivò a Breganze nell’Ottocento come mezzadra. Oggi i Dalla Valle posseggono una dozzina ... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.