06lug 2018
L’OLMETTO | C’ERA UNA VOLTA L’ULMETT
Articolo di: Fabiano Guatteri

Rispetto allo storico L’Ulmett, il ristorante che aprì trent’anni fa per poi chiudere in un più recente passato, l’attuale Olmetto, inaugurato nel 2015, ha una sala in più occupata dal cocktail bar, e la cucina ora è a vista (foto 2). Sono stati eseguiti necessari lavori di ristrutturazione, ma per il camino niente paura è sempre lì, rinfrescato da un restyling. Si trova secondo noi nella più bella delle tre sale bella sale, su cui si affaccia la cucina.

 

L’ambiente è molto curato, piacevole, pensato per far sentire i clienti a proprio agio, come nel salotto di casa. La carta non è chilometrica, ma ben mirata. Comprende piatti attuali, freschi, immediati, equamente divisa tra portate di carne e di pesce e anche i vegetariani trovano preparazioni di soddisfazione come la Spadellata di verdure estive, o i Ravioli verdi ripieni di melanzane con burro di malga alle erbe fini. Ai fornelli Fabio Poggi, cuoco che ha conosciuto cucine importanti come quelle di Sadler e di Trussardi . Di poche parole, molto concreto, propone una cucina contemporanea, necessariamente slegata dal territorio considerato che è anche marinara.

 

La carta, inoltre, annovera preparazioni milanesi, i piatti della memoria, che piacciono sicuramente ai milanesi, ma anche a chi viene a Milano e vuole conoscere i sapori della tradizione. Pertanto Risotto alla milanese con pistilli di zafferano, Risotto alla milanese con ossobuco e la celebrata Cotoletta alla milanese con patate novelle che abbiamo provato (foto3) e ci è piaciuta perché è spessa, tenuta leggermente rosa e con una panatura ineccepibile. Sì perché se la panatura si stacca non è questione di sfortuna, ma di esecuzione non corretta che provoca un’evaporazione troppo decisa dell’acqua nella carne.

 

Ma anche con piatti più attuali lo chef si muove con disinvoltura, ne è esempio la Tartare di tonno, gelatina di pomodoro, guacamole e scorzonera fritta (foto 4): i filamenti di scorzanera rendono intrigante la portata in un succedersi di morbido croccante con sapori netti, puliti. Interessante anche il Filetto di triglia alla plancia con vellutata di zucchina trombetta e crumble di olive (foto 5). 

 

Vanno ricordati alcuni piatti stagionali in sintonia con i mesi più caldi: Tacos all’italiana con verdure, formaggio morbido e salsa leggermente piccante, Spaghetti di Gragnano ai ricci di mare e lime, Gazpacho di verdura con semi di zucca e capesante marinate, Magatello al punto rosa in salsa tonnata con cuore di lattuga e polvere di capperi, Astice con pesche e spinaci saltati all’olio. Dalla mixologist del cocktail bar, a conclusione della cena, un carezzevole cocktail Ernesto Calindri, attore del Novecento che fu testimonial Cynar, a base di China Martini, Cynar, succo di limone e sciroppo di zucchero.

 

La selezione dei vini è conservata nella cantina del Quattrocento (fig 6 video).

1

2

3

4

5

6

Indirizzo : Via Disciplini 20 Milano
Telefono : 02.91663899
Articoli Simili
I più letti del mese
LA RAI E IL 25 APRILE. I PROGRAMMI DELLA GIORNATA
In occasione del 72° anniversario della liberazione la Rai dedica numerosi servizi all’evento.   Rai 1 Alle ore 9 il collegamento con l’Altare della Patria a Roma dove il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ... Leggi di più
PUTIA, LA BOTTEGA CHE PRENDE IL SUD A MORSI
SlowSud di cui abbiamo qui, e qui apre Putìa e celebra il “panino di giù”. Dopo appena tre anni dal primo ristorante, i giovani imprenditori che con SlowSud Duomo e SlowSud Brera hanno portato a Milano tutt... Leggi di più
PRIMA COLAZIONE: UN’OCCASIONE PER CONOSCERE IL TERRITORIO
Presentato all’Aeroporto di Milano Bergamo il primo progetto italiano ideato da East Lombardy dedicato alla valorizzazione della prima colazione come elemento di promozione turistica. L’Aeroporto di Milano Be... Leggi di più
CHICCHE DAL VINITALY. ALCUNE REFERENZE CHE CI SONO PARTICOLARMENTE PIACIUTE
ALCUNE REFERENZE CHE CI SONO PARTICOLARMENTE PIACIUTE Hofstatter Gewurztraminer Pirchschrait 2006 Dieci anni sui lieviti in botti di acciaio con rimescolamento (tipo batonage) ogni 10 giorni. Le caratteristiche più nob... Leggi di più
S.PELLEGRINO YOUNG CHEF 2018 I PIATTI DEI FINALISTI ITALIANI
Secondi piatti in cui predomina la carne, ma soprattutto ingredienti e sapori dei territori di origine reinterpretati in chiave moderna Sono in corso in tutto il mondo le semifinali locali del S.Pellegrino Young Chef 20... Leggi di più
I FIGLI DELLA VESPAIOLA DI CA’ BIASI
Ca’ Biasi è un’Azienda Agricola fondata nel 1994. Proprietario della cantina nonché enologo Innocente Dalla Valle la cui famiglia arrivò a Breganze nell’Ottocento come mezzadra. Oggi i Dalla Valle posseggono una dozzina ... Leggi di più
La zucca nella pasta
MARTEDÌ 31 E MERCOLEDÌ 1 FEBBRAIO DA SADLER CASSOEULA & CHAMPAGNE
Martedì 31 gennaio e Mercoledì 1 febbraio due serate speciali a base di cassoeula & champagne. Torna l’appuntamento con le serate a tema di Chic’n Quick, la trattoria moderna dello chef Claudio Sadler. Martedì 31 gennai... Leggi di più
TAGLIOLINI AL BURRO E CAVIALE AL PROFUMO DI AGLIO ORSINO
MU DIMSUM L’ALTA CUCINA CINESE A PREZZI CONTENUTI
La ristorazione cinese a Milano negli ultimi anni ha conosciuto profondi cambiamenti. Le numerose trattorie a conduzione familiare che proponevano una cucina approssimativa e spesso pesante sono andate via via sparendo i... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.