14nov 2017
DEGUSTAZIONE DI OSTRICHE DAVID HERVÉ AL PIER 52 DI MILANO
Articolo di: Fabiano Guatteri

Addentrandosi nel mondo dell’ostricoltura si rimane affascinati non solo dalle varietà di ostriche, ma soprattutto dal lavoro degli ostricoltori. Ed è proprio l’allevamento che determina la consistenza del frutti, la loro “grassezza”, la bontà, la forma e la capacità del guscio stesso. Un elemento fondamentale per la loro produzione è la presenza delle maree per cui le ostriche non sono costantemente immerse nell’acqua. E questa alternanza, fondamentale per la qualità delle ostriche, nella Francia atlantica è naturale; nella laguna di Thau, ossia nel Mediterraneo dove non ci sono maree rilevanti, le ostriche vengono allora sollevate sino in superficie con appositi argani a intervalli regolari. Da Pier 52, di cui abbiamo detto qui, ristorante milanese con in carta una decina di differenti ostriche di elevata qualità, Armando Tandoi, Oyster Ambassador, ha guidato una degustazione delle pregiate ostriche David Hervé, maison francese del bacino di Marennes Oleron, nella Charente-Maritime, tenendo di fatto un piccolo master. Sono state servite sei diverse qualità di ostriche, ed è interessante notare che, secondo il numero di ostriche allevate al metro quadro, cambi sostanzialmente la consistenza e il gusto del frutto. Assaggiando, per esempio, in successione ostriche Fine, ossia allevate con una densità di trenta unità per metro quadro, Spéciale con densità di dieci e infine Super Spéciale, con densità inferiore a cinque ostriche il metro quadro, è sorprendente come consistenza e sapori cambino: una varietà di ostrica in degustazione, l’ Idéale, è allevata con una densità di una sola ostrica per metro quadro... e si sente.

Le ostriche degustate (foto 1)

Ronce, possiede consistenza croccante, iodata, adatta come prima ostrica per una degustazione di più varietà o da servire con l’aperitivo.

Boudeuse invece, dal guscio arrotondato, è un’ostrica delicata, piacevolmente “dolce”, immediata, da degustare con un calice bianco non strutturato.

Tara, ostrica irlandese, non passa inosservata per il carattere deciso; grazie all’intensità del gusto, accompagna un vino di media struttura.

Spéciale, di piacevole consistenza, è un concentrato di mare di mare con note iodate e ricordo di frutta secca; da provare con un vino bianco di media struttura.

Royale, ostrica superba, turgida, consistente, con sentori di mare, impressioni iodiche a ricordi di alga oltre che di frutta secca. Da stappare con bollicine millesimate.

Idéale, ostrica inarrivabile, polposa, sapore armonico, pieno; intenso persistente da servire con bollicine di vini barricati, o bianchi di buona struttura o anche rossi freschi e immediati.

Alla degustazione è seguita una cena che ha avuto per protagonista l’ostrica servitain tempura (foto 2) nel Risotto (foto 3); nel Tris dei Mari (foto 4) composto da tonno, gambero di Mazara ed ostrica impanata. Una serata con le ostriche descritte, due per varietà e i piatti elencati, abbinati a vini della cantina piemontese Coppo al costo di 95 euro, è programmata per giovedì 16 novembre, aperta a chi vorrà partecipare su prenotazione. Saranno presenti David Hervé che condurrà la degustazione di ostriche e Paolo Coppo che presenterà i suoi vini. Da Pier 52 le ostriche sono sempre in carta e giovedì 16 novembre vuole essere un modo di promuoverne il consumo perché per Edi Beqja, titolare del ristorante “E' un'emozione assoluta: un mio sogno si avvera e vorrei condividere questa grande opportunità, che è anche un percorso di cultura e conoscenza con educazione al gusto, assieme al pubblico più appassionato. Per questo anche il nostro sforzo nel proporre un evento unico, ma alla portata di tanti”.

 

1

2

3

4

Indirizzo : Via Piero della Francesca 52 Milano
Telefono : 02.33600400
Articoli Simili
I più letti del mese
DALLA VIGILIA DI NATALE A SAN SILVESTRO TRA ACANTO E PRINCIPE DI SAVOIA | SUNDAY BRUNCH NATALIZI
Da sempre Hotel Principe di Savoia, uno dei gioielli italiani di Dorchester Collection, offre una serie di iniziative e momenti magici per rendere indimenticabile qualsiasi esperienza ai nostri ospiti. In esclusiva una ... Leggi di più
ORGOGLIO ITALIANO: LE COLLINE DI CONEGLIANO E VALDOBBIADENE CANDIDATE UNESCO
Un piccolo territorio del Veneto che si estende a partire da 50 chilometri a Nord di Venezia e arriva a 100 chilometri dalle Dolomiti, questa è la posizione delle Colline di Conegliano Valdobbiadene, diventate dallo scor... Leggi di più
Rita & Cocktails
Inaugurato nel 2002,  Rita & Cocktails si è subito distinto per la varietà e la personalità delle bevande miscelate prodotte che andavano ben oltre a quelle classiche. Ovviamente anche i cocktail canonici sono qui prepar... Leggi di più
LA LETTERA DI GUALTIERO MARCHESI
Mi chiedono spesso quale sia il mio “elisir di lunga vita”, il mio segreto. A furia di sentirmelo domandare una spiegazione l’ho trovata: la curiosità.  Mi piacciono le cose nuove, da quelle piccole di ogni giorno ai nu... Leggi di più
LA RAI E IL 25 APRILE. I PROGRAMMI DELLA GIORNATA
In occasione del 72° anniversario della liberazione la Rai dedica numerosi servizi all’evento.   Rai 1 Alle ore 9 il collegamento con l’Altare della Patria a Roma dove il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ... Leggi di più
PRIMA COLAZIONE: UN’OCCASIONE PER CONOSCERE IL TERRITORIO
Presentato all’Aeroporto di Milano Bergamo il primo progetto italiano ideato da East Lombardy dedicato alla valorizzazione della prima colazione come elemento di promozione turistica. L’Aeroporto di Milano Be... Leggi di più
CHICCHE DAL VINITALY. ALCUNE REFERENZE CHE CI SONO PARTICOLARMENTE PIACIUTE
ALCUNE REFERENZE CHE CI SONO PARTICOLARMENTE PIACIUTE Hofstatter Gewurztraminer Pirchschrait 2006 Dieci anni sui lieviti in botti di acciaio con rimescolamento (tipo batonage) ogni 10 giorni. Le caratteristiche più nob... Leggi di più
PUTIA, LA BOTTEGA CHE PRENDE IL SUD A MORSI
SlowSud di cui abbiamo qui, e qui apre Putìa e celebra il “panino di giù”. Dopo appena tre anni dal primo ristorante, i giovani imprenditori che con SlowSud Duomo e SlowSud Brera hanno portato a Milano tutt... Leggi di più
S.PELLEGRINO YOUNG CHEF 2018 I PIATTI DEI FINALISTI ITALIANI
Secondi piatti in cui predomina la carne, ma soprattutto ingredienti e sapori dei territori di origine reinterpretati in chiave moderna Sono in corso in tutto il mondo le semifinali locali del S.Pellegrino Young Chef 20... Leggi di più
I FIGLI DELLA VESPAIOLA DI CA’ BIASI
Ca’ Biasi è un’Azienda Agricola fondata nel 1994. Proprietario della cantina nonché enologo Innocente Dalla Valle la cui famiglia arrivò a Breganze nell’Ottocento come mezzadra. Oggi i Dalla Valle posseggono una dozzina ... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.