Skip to main content

Esiste una sorta di gerarchia nobiliare dei sensi, da nessuno stabilita, non afferente a una valutazione meritocratica, ma all’uso che dei sensi se ne fa. Pertanto l’udito che ci permette di ascoltare musica classica in tutta la propria poliedricità, nonché il canto, è considerato un senso nobile. A sua volta è la vista a permetterci di apprezzare l’arte pittorica, scultorea così che anche gli occhi possono permetterci di godere di piaceri artistici. Il tatto non si capisce bene da che parte stia: in alcuni casi supporta o sostituisce la vista, in altri ci eleva di meno. Il gusto e l’olfatto invece sono meno considerati, sono ritenuti non sufficientemente nobili per poter essere ammessi nell’olimpo dei sensi.

 

Però ci basta un raffreddore, per accorgerci che la nostra vita sensoriale si avvilisce, ci sentiamo menomati a non percepire gli odori che ci circondano in biblioteca come in pasticceria, per non dire di quando ci sediamo a tavola.

 

E poi, come spiega la perfume writer e food stylist Roberta Deiana, autrice dell’Atlante degli odori ritrovati, gli odori sono evocativi, legati alla memoria e alle emozioni. Infatti quando percepiamo lo stesso profumo di una persona con cui abbiamo condiviso esperienze deliziose, l’associazione di piacevolezza che sboccia è immediata, precede ogni pensiero.

 

E l’olfatto, come spiega magistralmente l’autrice “è predestinato a essere intessuto di memoria, a risvegliare vecchi ricordi e prenderci di sorpresa nei momenti più impensati. La connessione odori-emozioni-ricordi, per gran parte sommersa nel subconscio, va ben oltre la nostra immaginazione”.

 

Ed è un viaggio sensoriale quello che propone l’Atlante, in un intreccio di ricordi ed emozioni. L’autrice entra nel merito e racconta di quaranta odori come quelli del mare, dell’erba tagliata, delle matite temperate, del caffè, e di ciascuno ha cercato le origini, i legami letterari e culturali e il loro utilizzo nei profumi, rivelando aspetti incuriosenti anche in quelli più familiari. L’Atlante degli odori ritrovati è un percorso intimo e affascinante adatto a tutti i nasi, corredato anche di un approfondimento sul mondo delle fragranze e dei professionisti che ci lavorano. Aggiungiamo che i degustatori, che grazie all’olfatto valutano vini e cibi, se leggessero questo libro avrebbero qualcosa da imparare.

 

Atlante degli odori ritrovati
Roberta Deiana
Harper Collins
€ 16,00

Di questo Autore