Skip to main content

La Cantina Tollo nasce nel 1960, in un periodo in cui il boom economico spopolava le campagne attirando verso le grandi città industriali i potenziali lavoratori agricoli in parte già emigrati oltreoceano in cerca di fortuna.

 

E la Cantina diventa subito punto di riferimento di chi ha voluto credere nella propria terra, e qui è rimasto, contribuendo nel tempo a determinare un cambiamento radicale nella geografia viticola regionale.

 

Mentre si registrava un calo delle produzioni nelle aree di Teramo e dell’Aquila, andava via via crescendo la superficie vitata nella provincia di Chieti e in particolare a Tollo, divenuta una vera e propria “Città del Vino”. La cantina ha seguito subito la strada della qualità investendo negli impianti di affinamento, ossia in barrique, tonneaux e grandi botti di rovere, a cui si aggiungono le vasche di cemento vetrificato e le vasche di acciaio inox.

 

Il suo è un percorso virtuoso considerato che la Cantina si impegna nel cercare di raggiungere livelli di miglioramento continuo della qualità dei propri prodotti e dei propri servizi, nel rispetto dell’ambiente e delle persone, in modo da rispondere il più prontamente possibile a tutte le esigenze delle Parti Interessate. A tal fine, la Direzione intende assicurare il perseguimento di questa strategia attraverso la propria Politica Integrata Qualità, Sicurezza Alimentare, Ambiente, Etica.

 

Inoltre è sempre attenta alle evoluzioni del mercato, alle nuove esigenze tant’è che nel 2015 presenta a Vinitaly vini vegani, tra i primi in Italia, da conduzione bio.

 

E dalla cantina giunge una novità. Il Montepulciano d’Abruzzo DOP Riserva, vino molto rappresentativo del gruppo teatino, si veste di una nuova confezione che racconta la bellezza e la magia dell’Abruzzo

 

 

Cantina Tollo celebra i trent’anni di Cagiòlo con una confezione speciale in edizione limitata: l’esclusivo cofanetto racconta il luogo in cui nasce il Montepulciano d’Abruzzo DOP Riserva mentre la scatola segue le linee del territorio abruzzese in cui ha origine il vino, evocandone la magia.
Cagiòlo è un prodotto d’eccellenza che racconta la storia dell’Abruzzo e che fin dalla sua nascita, nel 1992, ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti riscuotendo un successo di pubblico e critica.

 

Questo Montepulciano d’Abruzzo DOP Riserva racchiude lo spirito di Cantina Tollo e del territorio di cui ci facciamo ambasciatori – spiega il Presidente Luciano Gagliardi – Da trent’anni racconta al mondo questo luogo straordinario, dove il mare incontra le montagne e dove le uve Montepulciano danno vita a un vino che, nel corso della sua storia, ha superato la prova del tempo, regalandoci emozioni uniche”.

 

Cagiòlo prende il nome da casciòle, termine che in dialetto abruzzese indica la terra calcarea delle colline dove nasce questo vino straordinario. I vigneti più longevi e dalle radici profonde, quindi più stabili ed equilibrati, e il terreno su cui sorgono fanno sì che la maturazione avvenga in maniera armoniosa e che i tannini siano più bilanciati ed eleganti. Profondo, complesso e persistente, questo vino colpisce fin dal primo sorso per il perfetto equilibrio tra struttura e morbidezza.
Dopo la raccolta delle uve, che avviene nella seconda metà di ottobre, seguono la fermentazione con lunga macerazione delle bucce a temperatura controllata in serbatoi di acciaio inox, la fermentazione malolattica in vasca e l’affinamento in legno per minimo nove mesi. Il risultato è un rosso di colore rubino intenso, con sfumature violacee, che al naso rivela frutti rossi maturi, con note di amarena e mora, insieme a fini sentori speziati di cacao, vaniglia, liquirizia e cannella. Il sapore è pieno e di lunga persistenza, con tannini dolci e vellutati.

La special edition celebrativa dell’anniversario sarà in vendita al costo di 28 euro acquistabile allo shop online di Cantina Tollo cliccando qui

 

Cantina Tollo è oggi tra le più importanti e consolidate realtà del settore vitivinicolo italiano. Commercializza 13 milioni di bottiglie all’anno, vanta circa 700 soci e 2.700 ettari coltivati in un territorio da sempre vocato alla produzione vitivinicola. I vigneti di Cantina Tollo si estendono dalle colline del litorale fino alle pendici della Maiella, in un clima tipicamente mediterraneo, contraddistinto da escursioni termiche notevoli. La produzione è concentrata sui vitigni tipici e autoctoni del territorio (Montepulciano, Trebbiano, Pecorino, Passerina e Cococciola), coltivati tradizionalmente a pergola, con una spiccata vocazione alla sperimentazione in campo e in cantina.

 

Le bottiglie di Cantina Tollo sono distribuite in tutte le regioni italiane, nella quasi totalità dei Paesi dell’Unione Europea, in particolare Germania, Paesi Bassi, Francia, Danimarca e Regno Unito e, oltreoceano, in Giappone, Stati Uniti, Canada. Cantina Tollo guarda anche ai nuovi mercati emergenti come Russia, India e Cina.

Di questo Autore