Skip to main content

Le ordinanze della regione Lombardia non impongono la chiusura dei ristoranti, eppure questi sono semideserti. Sarà eccesso di prudenza, sarà che andare al ristorante deve essere solo un piacere e se cominciamo a preoccuparci del vicino di tavolo che ha tossito o del cameriere orientale che ci immaginamo di Wuhan…

 

Però se anziché andare al ristorante, fossero i piatti del ristorante a venire da noi? 

 

Potrebbe essere una soluzione, magari per gustarli con pochissimi amici “fidati”. 

 

Ed ecco che, per il piacere di chi vive a Monza, uno dei più reputati ristoranti della città, Il Moro, di cui abbiamo scritto quiha pensato proprio a questo.

 

Come? Allestendo una vera e propria carta di piatti che il ristorante consegnerà a domicilio a partire dall’1 marzo coprendo un raggio di circa 2 km.

 

Il menu dedicato, che potete visionare cliccando qui , è stato studiato ad hoc, pensato per preservare la massima qualità del piatto e per rinvenirlo a casa grazie a un cartoncino esplicativo; e per chi lo desiderasse o fosse appena al di fuori della zona coperta, vi sarà la possibilità del servizio da asporto.

 

Nei giorni del coronavirus, quindi, possiamo anche non rinunciare a paccheri come quelli qui fotografati in quanto va bene fare i sacrifici, ma quando si possono non fare…

 

I problemi non si subiscono passivamente con paura ma si affrontano con volontà, idee e professionalità; i fratelli Butticè de “Il Moro di Monza” hanno deciso quindi di andare incontro ai loro clienti e di organizzarsi per fornire un servizio unico nella loro zona.

Di questo Autore