Skip to main content

Per ricordare San Valentino sono veramente numerose – e, forse, impossibile elencarle tutte – le iniziative finalizzate per esaltare l’importanza dell’amore. Però la manifestazione organizzata nella città di Giulietta e Romeo, Verona in Love, merita un posto d’onore intanto per la location scelta per portare in scena l’amore in tutte le sue connotazioni, declinando anche in tantissimi appuntamenti dedicati all’arte, alla creatività, alla musica, alla cultura. Ad accompagnare i momenti salienti della rassegna, che si concluderà la sera del 14 febbraio, sono state scelte le raffinate bollicine di Asolo Prosecco che tra Piazza dei Signori, Loggia di Fra’ Giocondo, Cortile Mercato Vecchio e Cortile del Tribunale, nei musei e nelle vie del centro storico, permetteranno agli innamorati di celebrare l’amore con le migliori referenze della denominazione. Saranno numerosi gli appuntamenti dove assaggiare l’Asolo Prosecco, che con la sua bottiglia istituzionale sarà presente nei punti nevralgici della manifestazione e in mescita nell’area dedicata all’Enoteca con i vini dei soci del Consorzio. E, così, Ugo Zamperoni, presidente del Consorzio Asolo Prosecco dice che “Poter raccontare attraverso i calici l’identità di un territorio e la qualità del suo vino simbolo, l’Asolo Prosecco, in un periodo dell’anno in cui Verona accoglie migliaia di turisti per la festa degli innamorati, è un’occasione preziosa che abbiamo colto per comunicare l’eccellenza del nostro cru di collina”.
All’idea di Verona in Love affianchiamo la nostra idea di festeggiare San Valentino con vino che sgorga dai magnum, invece della tradizionale bottiglia, con la speranza che questo invoglia gli innamorati ad allargare ad altri ospiti la festa che celebra l’amore. Sarebbe anche un modo per riprendere quella convivialità mortificata – unitamente ad altri episodi tragici – da due anni di pandemia.
E, quindi, viva l’amore, viva la convivialità riconquistata e in alto i calici con i vini conservati nei magnum.
La prima puntata è con le bollicine.
Ecco la nostra selezione.

 

Radicale spumante brut (foto 1)
Bellenda – Vittorio Veneto (Treviso) – tel. 0438.920025

Radicale è l’espressione di un approccio diverso alla rifermentazione delle uve glera. Con questo spumante Bellenda presenta un metodo classico Ancestrale, fermentato in bottiglia per oltre 24 mesi e proposto senza sboccatura preliminare, così da evitare l’aggiunta di anidride solforosa.
Un’interpretazione fuori dagli schemi con un perlage a grana fine ed elegante e colore giallo paglierino. Al naso, oltre ai tipici caratteri varietali che ricordano la mela e la pera, spiccano sentori di lavanda, mora di gelso, kumqat e nocciola. Sapido, asciutto, lungo e pastoso in bocca, con il passare del tempo lo spumante sviluppa note di idrocarburi e profumi eterei. Radicale è ottimo come aperitivo e si sposa con antipasti e risotti, da provare anche con il cappone al forno, oltre a regalare brindisi spettacolari a una coppia di veri wine lover. Infatti, se conservato al fresco, è possibile effettuare il degorgement in compagnia della persona amata, festeggiando con bollicine mai banali il San Valentino.

Spumante Rose Gold “Il Vino Dei Poeti” (foto 2)
Bottega – Bibano di Godega di Sant’Urbano (Treviso) – tel. 0438.4067

Pinot nero in purezza per la produzione di questo spumante che risponde alle sempre più insistenti richieste di vino rosé da parte dei consumatori tant’è che Sandro Bottega ha dovuto aumentare la capacità produttiva di questa tipologia di vino. Il colore è rosato brillante con profumi floreali e note fruttate, tra cui spiccano i frutti di bosco, ribes e fragoline di bosco. La versatilità del vino negli abbinamenti, ne fa uno spumante particolarmente adatto come aperitivo ma, anche, da tutto pasto e si abbina molto bene con piatti vegetariani e quelli a base di pesce (sushi, crostacei e crudité) nonché con carni bianche e formaggi di ogni genere.

La Prima Volta Vino spumante di qualità brut rosato dosaggio zero metodo classico (foto 3)
Cantina della Volta – Bomporto (Modena) – tel. 059.7473312

Uve Lambrusco di Sorbara vinificate in purezza con fermentazione in tini d’acciaio a temperatura controllata. Nella primavera successiva alla raccolta avviene la presa di spuma secondo il tradizionale metodo della fermentazione sui lieviti, in bottiglia, a temperatura costante. Le bottiglie rimangono successivamente in affinamento per un lungo periodo, per consentire al vino di esprimere tutta la sua complessità. Di colore rosa pallido, al naso evidenzia piacevoli note fruttate unitamente a fragranze floreali. In bocca è vellutato, morbido, fruttato e a mano a mano che si beve si fa largo una sorta di gioia unitamente a finezza, dolcezza ma, anche, freschezza e un finale, netto e distinto, che regala superbe espressioni citrine e minerali in costante evoluzione.
Vino da tutto pasto e ottimo anche come aperitivo magari con un bel tagliere di salumi.

7 Rose spumante rosé brut (foto 4)
Cantina Settecani di Castelvetro – Settecani di Castelvetro (Modena) – tel. 059.702505

Fragrante spumante ottenuto da selezionate uve lambrusco grasparossa con vendemmia anticipata rispetto alla tradizione locale e sottoposte a spremitura soffice a cui segue una fermentazione molto lenta. Il risultato è uno spumante di colore rosato con perlage fine e persistente. All’olfatto spiccano sentori di rosa con una punta di speziatura e, in bocca è caratterizzato da una spumeggiante fragranza che lo rendono perfetto per accompagnare crostacei, zuppe di pesce e, ovviamente, ottimo come aperitivo ma, anche, da gustare in qualsiasi occasione e contesto.

 

Terre del Falasco Lessini Durello brut (foto 5)
Cantine di Verona – Verona – tel. 045.550032

Spumante prodotto con il Metodo Charmat da uve durella vinificate in bianco, con prima fermentazione in acciaio inox e presa di spuma a basse temperature. Il colore è giallo paglierino, perlage persistente, delicato bouquet prevalentemente di sentori marini e frutta bianca matura. Al palato spicca una bella mineralità davvero accattivante che accompagna il vino verso un finale lungo e appagante. Bollicina ideale come aperitivo e con i primi piatti di pesce e, senza dimenticare che con il tradizionale Baccalà alla vicentina è qualcosa di straordinario.

Rosa Bruna rosato spumante brut metodo classico 2013 (foto 6)
Azienda agricola Cecchetto Giorgio – Tezze di Piave (Treviso) – tel. 0438.28598ù

Per Giorgio Cecchetto questo è un metodo classico adatto per un San Valentino diverso perché è frutto di un’originale interpretazione delle uve a bacca rossa del raboso, vitigno autoctono della provincia di Treviso. La vendemmia avviene a metà ottobre con le uve che hanno raggiunto la piena maturazione e sottoposte ad una macerazione a freddo di 12 ore sulle fecce e una successiva vinificazione in bianco. Il vino riposa 60 mesi in bottiglia sui propri lieviti per arrivare ad uno spumante brut che nella flûte si presenta con un bel colore rosa antico brillante. Al naso arrivano sentori di ribes e fragolina di bosco. In bocca Rosa Bruna è asciutto, pulito, elegante, con un delicato fondo acidulo e una persistenza davvero notevole. Si accompagna con il salmone in tutte le sue forme, oltre ad essere ottimo come aperitivo con proposte molto saporite.

 

Moratti rosé brut Oltrepò Pavese metodo classico pinot nero
Castello di Cigognola – Cigognola (Pavia ) – tel. 0385.284263

Solo uve pinot nero prodotte da viti che crescono sulla parte più alta del vigneto esposto ad est che circonda il castello della famiglia Moratti. Una esposizione che permette la perfetta maturazione delle uve con acini fruttati dal succo che va dal rosa salmone al rosa pesca. Una caratteristica che poi si trova nel calice dove il vino si presenta di colore rosa cipria, con un perlage fine e persistente. Il profumo è intenso, con note di piccola frutta rossa, ribes, fragola e lampone. Al sorso emerge la piacevolezza dolce e acidulo di fragole, ribes, lampone ed altri frutti del sottobosco. È ideale in abbinamento ad antipasti, secondi di pesce e crostacei.
Il pinot nero è protagonista del progetto enologico di Castello di Cigognola, che vuole dare un’espressione vera, di qualità, della terra a cui appartiene, con l’obiettivo di occupare un posto nell’esclusivo mondo dell’alta gamma.

Conegliano Valdobbiadene Prosecco superiore docg extra dry
Drusian – Bigolino di Valdobbiadene (Treviso) – tel. 0423.982151

Spumante ottenuto da uve Glera di collina, raccolte a mano e spumantizzate in autoclave secondo il metodo Martinotti-Charmat. Di colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, perlage fine e persistente. E’ caratterizzato da un bouquet armonico tra note fruttate e un delicato profumo di mela golden. La freschezza e la fragranza che avvolge il palato, lo rendono ideale per tutte le occasioni. Aperitivo per eccellenza, ben si adatta ad accompagnare antipasti, primi piatti a base di pece, paste con verdure, carni bianche e torte salate.
Il consiglio è quello di evitare soste prolungate in frigorifero.

Leonia Pomino doc brut metodo classico
Frescobaldi – Firenze – tel. 055.27141

Uve chardonnay e pinot nero selezionate nei vigneti del Castello di Pomino, in Toscana, una delle proprietà dei Marchesi Frescobaldi e dedicata alla trisavola che volle impiantare vitigni francesi a Pomino, vinificandoli nella prima cantina italiana a gravità, ricevendo in premio la medaglia d’oro all’Expo di Parigi nel 1878. La fermentazione avviene in serbatoi di acciaio inox e una parte è stata fermentata in legno. Rifermentazione in bottiglia con successivo affinamento sui lieviti per 36 mesi. E, così, nel bicchiere arriva un elegante vino di colore giallo paglierino, con il perlage fine e splendidi sentori agrumati insieme a profumo di pasticceria e aromi più evoluti di frutta secca. Al palato è sapido, cremoso e fresco. Il finale è lungo e persistente.
Vino ideale come aperitivo e ottimo per essere abbinato all’insalata di mare e a tutti i piatti di pesce.

Lessini Durello brut 36 mesi
Giannitessari – Roncà (Verona) – tel. 045.7460070

Spumante metodo classico a base di uve durello raccolte a mano in cassetta e sottoposte a pressatura soffice con fermentazione e temperatura controllata. Affina 36 mesi sui lieviti nelle cave sotterranee della cantina aziendale. Il colore è giallo brillante. Il perlage è compatto e persistente. Aroma complesso di fiori bianchi di campo e frutta a polpa bianca con note di pane tostato. Al palato è un vino di media struttura, ben bilanciato tra acidità e mineralità con un finale persistente. Ottimo come aperitivo, per accompagnare i formaggi stagionati nonchè paste, zuppe, pesce, crostacei e sushi.
Fine modulo

Franciacorta Berlucchi 61 docg satèn (foto 7)
Guido Berlucchi – Cortefranca (Brescia) – tel. 030.984381

Chardonnay in purezza con uva sottoposta a spremitura soffice per questo elegante Franciacorta caratterizzato da una spuma cremosa, perlage fitto e interminabile. E, dopo 24 mesi di affinamento sui lieviti di cui 6 mesi in barrique di rovere, diventa raffinato ambassador della Franciacorta che questa azienda, con Guido Berlucchi e Franco Ziliani (papà degli attuali proprietari) hanno creato proprio nel 1961. Il colore è giallo paglierino intenso con perlage sottile e continuo. Il bouquet è un concentrato di sentori di frutta tropicale matura, con l’aggiunta di note di frutta a polpa gialla e un elegante tocco agrumato. In bocca è un vino avvolgente, elegante, grande struttura, acidità e sapidità accentuate e una rara piacevolezza di beva che si conclude con un lungo finale.
Ideale come aperitivo oltre ad essere perfetto per accompagnare tutti i piatti di pesce.
A San Valentino, Berlucchi offre la possibilità di provare un’esperienza davvero unico nelle storiche cantine aziendali di Palazzo Lama, a Cortefranca.

Franciacorta brut docg (foto 8 e 9)
La Montina – Monticelli Brusati (Brescia) – tel. 030.653278

L’incipit della presentazione potrebbe essere “se il vino è l’espressione di un territorio e il biglietto da visita di un’azienda – la Tenuta La Montina -, il Franciacorta Brut ne è un esempio che aggiunge – per esaltare il territorio – anche eleganza, freschezza, piacevolezza e versatilità”. E’ una bollicina ottenuta da uve chardonnay (85%) e pinot nero (15%) provenienti da vigneti collocati in 7 Comuni della Franciacorta e annate diverse sottoposte a pigiatura soffice e un affinamento sui lieviti per almeno 24 mesi, prima di essere messo in commercio. Nel calice si presenta con un bel colore giallo paglierino con sfumature verdognole, spuma generosa e un bouquet abbastanza complesso tra sentori di agrumi, frutta matura a polpa bianca, burro e note di fiori bianchi di campo. In bocca c’è un ritorno di questi profumi, con l’aggiunta di freschezza e sapidità davvero avvolgenti nonché una piacevole accentuazione dei sentori fruttati che ne fanno un vino versatile come aperitivo e ancora di più con primi piatti nonché quelli di pesce – potremmo segnalare anche una particolare preferenza per i crostacei – e carni rosse non elaborate.

 

Tre Volti spumante brut metodo classico (foto 10)

Maculan – Breganze (Vicenza) – tel. 0445.873733

Le vigne uve chardonnay utilizzate per produrre questo delicato spumante si trovano nel comprensorio della doc Breganze. Le uve sono sottoposte ad una pressatura soffice dei grappoli, seguite da una fermentazione che avviene per il 90% in vasche di acciaio e per il restante 10% in barrique di rovere francese. Solamente il 50% del mosto ottenuto viene utilizzato nella cuvée, che affina 36 mesi in bottiglia su lieviti selezionati. Alla degustazione lo spumante presenta un colore giallo paglierino brillante con riflessi verdolini, perlage fine e persistente. Al naso spiccano le note di crosta di pane, di pesca matura e di yogurt fresco. In bocca emerge subito l’equilibrio tra acidità, freschezza agrumata e morbidezza, con un finale lungo, persistente e piacevole. Tre Volti è il vino ideale per l’aperitivo o in accompagnamento ad antipasti stuzzicanti e quindi, ottimo da gustare in occasioni piacevoli come la festa di San Valentino.

 

Franciacorta docg rosè brut (foto 11)
Mirabella – Rodengo Saiano (Brescia) – tel. 030.611197

Uve di Pinot Nero (45%), Chardonnay (45%), Pinot Bianco (10%) perfettamente mature selezionate nei vigneti di Paderno Franciacorta, Passirano, Camignone e Provaglio d’Iseo per questa bollicina decisamente avvolgente. La vinificazione avviene con la pressatura soffice con rese molto basse (65%) e separazione dei mosti in tre frazioni. Macerazione di 18-24 ore del Pinot Nero per l’estrazione del colore. Fermentazione con lieviti selezionati a temperatura controllata in vasche di cemento e affinamento di minimo 30 mesi sui lieviti in bottiglia e almeno 3 mesi dopo la sboccatura. Il colore è rosa che con l’invecchiamento svela delicati riflessi ramati. Profumo ricco e ampio, con sensazioni di lievito, note di frutti di bosco e sfumature vanigliate. Sapore armonico, di grande morbidezza, facile da bere e amato dai cercatori di morbidezza che lo utilizzano come aperitivo ma anche per tutto il pasto.

Trentodoc Moser 51,151 brut (foto 12)
Moser – Trento – tel. 0461.990786

Prodotto dalla famiglia Moser per celebrare il Record dell’Ora del campione del ciclismo Francesco Moser a Città del Messico nel 1984. Le uve di chardonnay utilizzate sono selezionate nei vigneti del Maso Warth, della collina di Lavis e negli impervi terrazzamenti della Valle di Cembra che arrivano fino a 650 metri di altitudine. Le uve sono pressate intere con selezione del mosto fiore, fermentazione e affinamento in vasche di acciaio e botti grandi di rovere fino al momento del tiraggio. Affinamento in bottiglia su lieviti selezionati. Il colore del vino è giallo paglierino, con perlage fine, colore giallo paglierino e bouquet caratterizzato da note fresche e fragranti. Al palato è una bollicina secca, fresca, con buona sapidità e una grande persistenza. Oltre che come aperitivo, il vino dei record è anche ottimo per accompagnare grandi piatti della cucina di mare.

Airali Alta Langa docg metodo classico pas dosé (foto 13)
Tenuta Carretta – Piobesi d’Alba (Cuneo) – tel. 0173.619119

Uve pinot noir in purezza che sono frutto del progetto di ricerca sostenuto dalle aziende e dalla
Regione Piemonte, che a partire dal 1990 ha incentivato l’impianto di vigneti di Pinot Nero e di Chardonnay, trovando un ambiente adatto alla produzione di un grande spumante di qualità ottenuto secondo il classico metodo della spumantizzazione in bottiglia. E’ affinato per 36 mesi sui lieviti ed interpreta fedelmente l’unicità degli elementi che esprimono la personalità di ogni vendemmia: per questo motivo Alta Langa è proposto esclusivamente come “millesimato”. Grazie all’affinamento in bottiglia, il vino si presenta con un bel colore giallo paglierino e perlage fitto e persistente. Al naso evidenzia note di crosta di pane e di frutta a polpa gialla matura. In bocca è fine, elegante, fragrante, con una bella nota sapida e una lunga persistenza retrolfattiva. Ideale come aperitivo, per accompagnare gli antipasti e, in particolare, risotto con i gamberi e agnolotti in brodo.

Di questo Autore