Skip to main content

La primavera, a Milano, arriva anche con un Charity Dinner, quello a favore dei progetti che Azione contro la Fame ha in essere in oltre 50 paesi in tutto il mondo, e tutti finalizzati alla lotta contro la malnutrizione. Giovedì 21, infatti, all’Hotel Principe di Savoia, 10 chef provenienti da tutta Italia metteranno le proprie professionalità a disposizione di un’associazione che da 40 anni, ogni giorno, mette tutto il suo impegno fatto di passione, competenza, ricerca e innovazione per salvare la vita di bambini malnutriti, assicurare alle famiglie acqua potabile, cibo, cure mediche e formazione, e consentire così a intere comunità di vivere libere dalla fame. Con un menu di portate pensate e realizzate a 4 mani, e firmato da 10 grandi chef per un percorso creativo esclusivo che animerà le sale dell’Hotel Principe di Savoia di Milano.

 

Obiettivo: raccogliere fondi per Azione contro la Fame, con programmi sul campo dai quali provengono alcune delle testimonianze che Miriam Candurro leggerà nel corso della serata. 

 

Oltre a contribuire a sostenere le iniziative di Azione contro la Fame, questa squadra di grandi chef assicurerà una cooking experience unica articolata sulla contaminazione di stili, cucine e territori e, per di più, all’insegna della solidarietà.

 

Queste le portate proposte dai 5 fantastici team, uniti in questa serata di sensibilizzazione e raccolta fondi: 

 

“Rocher di carciofi con cremoso, scamorza affumicata e olio alla menta” proposto da Felice Lo Basso (foto 2) (Felix Lo Basso Restaurant) e Stefano Marzetti (foto 3) (Mirabelle);

“Mousse de brocoleti, pan e sardele” preparato da Daniel Canzian (foto 4) (Ristorante Daniel) e Lionello Cera (foto 5) (Antica Osteria Cera);

“Uovo bio, asparagi, radici e zafferano”, pensato da Elio Sironi (foto 6) (Ristorante Ceresio 7) e Gaetano Trovato (foto 7) (Ristorante Arnolfo);

“Riso, mela e trota” proposto da Claudio Sadler (foto 8) (Ristorante Sadler) e Peter Brunel (Borgo San Jacopo);

“Morone in crosta di carbone vegetale con piselli, lattughino bruciato e emulsione di mare”, è l’idea di Alessandro Buffolino (foto 9) (Ristorante Acanto) e Roberto Tonola ( foto 10) (Lanterna Verde).

 

La cena sarà preceduta da un aperitivo a cura di Fabrizio Cadei e Stefano Benedetti dell’Hotel Principe di Savoia e chiusa dalla “torta di nocciole” a cura di Enrico Crippa di Piazza Duomo di Alba

 

Le portate verranno accompagnate dai vini messi a disposizione da partner eccellenti come Cà Del Bosco (Franciacorta Cuvée Prestige), Banfi (La Pettegola Vermentino Toscana igt 2018), Prime Alture (Pinot Nero  Centopercento) e Donnafugata (Ben Ryé 2016 Passito di Pantelleria Doc), dalle acque minerali Valverde e dal caffè Lavazza

 

L’evento, realizzato in collaborazione con Be It Events e Hotel Principe di Savoia e grazie ad APCI (Associazione professionale cuochi italiani), dicono gli organizzatori, non sarebbe stato possibile senza il supporto di sponsor come All’Ortolano, Azienda Agricola Corbari, Clarkson Hyde, Erma Google, Ingrosso Ittico Parmigiano Reggiano, Riso Gallo, Santa Tea e

La cena, che inizierà alle 20, sarà preceduta da un concerto di strumentisti del Teatro alla Scala. 

 

La donazione richiesta è di €150 a persona e sarà devoluta ai progetti contro la malnutrizione infantile che Azione contro la Fame realizza in 50 Paesi, salvando la vita di bambini malnutriti, assicurando alle famiglie acqua potabile, cibo, cure mediche, formazione e consentendo a intere comunità di vivere libere dalla fame.

 

Prenotazione su Eventbrite cliccando qui.  

Di questo Autore